Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy

ACCETTA

Disturbi Alimentari negli Uomini

Disturbi Alimentari negli Uomini

La maggior parte delle persone che soffre di disturbi alimentari è di sesso femminile, per questo il fatto che anche gli uomini possano soffrire di questi disturbi è spesso trascurato

anoressia-e-bulimia-nervosa-uomo.jpg

E’ importante riconoscere che anche gli uomini possono condividere le stesse preoccupazioni delle donne riguardo il peso e l’immagine ideale.

Nonostante l’anoressia e la bulimia nervosa siano più comuni fra le donne, una sostanziale parte di persone che soffre di questi disturbi è rappresentata da uomini.

Inoltre, uomini e donne sembrano avere una simile incidenza per quanto riguarda il disturbo da alimentazione incontrollata (bing-eating).

L’attuale diffusione dei disturbi alimentari fra gli uomini potrebbe essere più alta di quello che emerge dalle statistiche. Ci sono diverse motivazioni per questo:

I. Molti uomini posso essere riluttanti nel cercare aiuto per i loro disturbi alimentari.
II. Gli uomini possono non capire quale sia il loro problema, cadendo del pregiudizio che i disturbi alimentari siano esclusivamente femminili.
III. I professionisti della salute possono non riconoscere immediatamente i sintomi e quindi il problema può rimanere non trattato a lungo.
IV. Gli uomini possono presentare una diversa forma di disturbo alimentare rispetto alle donne, per cui tendono a sviluppare un corpo più muscoloso piuttosto che esile.

Alcuni sintomi sono comuni in entrambi i sessi, fra questi troviamo:
> Bassa autostima.
> Preoccupazioni riguardo il peso e la siluette.
> Gravi complicazioni mediche.
> Livelli ormonali più bassi (che può provocare osteoporosi o rottura di ossa)
> Presenza di altri disturbi, come la depressione.

Nonostante ci siano diversi punti in comune, uomini e donne presentano un certo numero di differenze nel modo in cui i disordini alimentari si manifestano.

Gli uomini con disturbi alimentari presentano più spesso una storia di obesità, inoltre tendono a sviluppare questi disturbi in un’età più tarda rispetto alle donne. I disturbi alimentari nel sesso maschile sono più spesso correlati alla pratica di sport, gli uomini tendono a controllare il peso attraverso l’esercizio al fine di aumentare la massa muscolare.

Quindi, i disturbi alimentari non sono esclusivamente un “disturbo femminile”.

Se sei un uomo che soffre di questi disturbi (o ne conosci qualcuno), è importante cercare un aiuto professionale. Parlare con il proprio medico di famiglia può essere un buon inizio.

La terapia cognitivo-comportamentale aiuta a modificare le convinzioni e abitudini legate al comportamento alimentare, rieducando la persona ad un’alimentazione corretta e ad una percezione realistica del proprio corpo. Molto importante è il lavoro sulle proprie emozioni perché spesso alla base dei disturbi alimentari c’è una poca consapevolezza e una scarsa capacità di gestione di emozioni spiacevoli quali tristezza, rabbia e disgusto.

Maggiori articoli sull'argomento li potete trovare visitando il sito: www.psicologo-a-roma.it

Sei uno Psicologo? Per la tua pubblicità Clicca Qui